Fratelli minori: quali sono i tratti distintivi?

fratelli-minoriOgnuno di noi è diverso, ognuno di noi è il riassunto di quello che lo circonda, delle esperienze che ha accumulato piano piano nel tempo, dell’imprinting che ha ricevuto.
E non c’è dubbio che essere fratelli minori incida profondamente sulla propria personalità: come sappiamo, i primi anni di vita sono quelli più importanti per la costruzione del nostro io e nulla può essere più determinante che l’ambiente familiare.

Quali sono le caratteristiche dei fratelli minori?

Essere fratelli minori non è uno scherzo: chi nasce per secondo, terzo o quarto viene catapultato in una famiglia già movimentata e, anche per questo, i piccoli di casa imparano ben presto a dormire con la luce accesa o con la radio in sottofondo. E non è un caso, una volta cresciuti, riescano a conservare questo spirito di adattamento.

I fratelli minori hanno anche imparato ad aspettare il loro turno: difficilmente i più grandi cedono il posto ai più piccoli e per questo, sin dall’infanzia, sono in grado di pazientare il loro momento, ma anche di goderselo non appena arriva.

Gestendo relazioni con i fratelli maggiori e le loro amicizie, i fratelli minori hanno la tendenza di instaurare relazioni con persone di età maggiore, non solo in fatto di amicizie, ma anche affettivamente.

Inoltre, sono degli acuti osservatori: mentre giocavano ancora con i lego, i loro fratelli più grandi già prendevano il volo e chiedevano cellulari, motorini e libere uscite.
Da una parte questo ha portato un certo margine di libertà alle loro vite, dall’altra hanno osservato i loro successi e i loro fallimenti, imparando molto anzitempo.

E voi concordate su queste caratteristiche dei fratelli minori?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto