Digital detox: ridurre l’uso di smartphone e pc per migliorare la nostra vita

digital-detoxDa quando abbiamo messo in soffitta il nostro orologio da polso, ogni volta che vogliamo sapere che ore sono diamo un’occhiata al cellulare e, già che ci siamo, alla nostra mail e alle notifiche dei social: in breve un gesto che chiede meno di un nano secondo si trasforma in una pausa di 10 minuti al cellulare. Senza accorgerci, siamo sempre più dipendenti da quanto gravita attorno alla rete e, soprattutto per la nostra mente, ciò si traduce in un affaticamento non da poco. Per questo, un digital detox – cioè un programma per ridurre l’uso di smartphone e pc – non può che migliorare la nostra vita.

Quale il primo passo verso il Digital Detox?

Il primo passo per affrontare il digital detox è farsi un esame di coscienza di quanto tempo (e anche energie) viene sprecato per rimanere sempre connessi: se non riusciamo da sole, possiamo avvalerci di app dedicate, come “Phone addict” per Android, ad esempio.

Una volta che abbiamo capito che il troppo storpia, imponiamoci delle regole per non rimanere sempre connesse al cellulare: diamoci come d’obbligo di non usare lo smartphone a tavola, in presenza dei bambini o a letto.
Diamoci anche delle scadenze per controllare la posta e le notifiche social: per esempio, diamo un’occhiata ai nostri account non prima di un’ora per la prima settimana, poi allunghiamo gradualmente i tempi, arrivando all’aggiornamento di quanto accade attorno a noi a una volta ogni qualche ora.

Come da tutte le dipendenze, il primo passo per avere successo in questo programma di disintossicazione è la volontà. E voi iniziereste un digital detox?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto