Compiti estivi: come e quando affrontarli

IMG_8463Tra la schiera degli insegnanti che ribadiscono la necessità di far eseguire i compiti estivi e i genitori, una volta tanto in sintonia con i figli, che sono stressati dai quaderni e dai libri delle vacanze, vediamo di capire chi ha ragione e come affrontare il problema.

La mamma Cinzia ogni giorno, di mattina, chiama Gabriele due volte, tre, quattro e poi inizia ad urlare. Finalmente si siede al tavolo e con angoscia conta le pagine rimaste da fare. Gabriele inizia a lamentare un mal di pancia, in alternativa una vescica alla mano, poi un mal di testa… Impassibile, vado avanti come un carro armato e lui allora adotta la tattica dello sfinimento. Se la O non viene perfettamente tonda, la cancella e la ricancella una dozzina di volte… Io, spazientita, inizio ad agitarmi sulla sedia e poi gli urlo che se i ritmi di lavoro sono quelli, finiremo l’estate prossima.

Cinzia di mammastyle, la piscopedagogista insegnante-zen, afferma con molta calma che è giusto che i bimbi svolgano i compiti durante le vacanze perché, rischierebbero di dimenticare quasi tutto il lavoro svolto durante l’anno. Lo vedo da sola che la divisione si mescola con la sottrazione e così via… Che compaiono errori ortografici mai visti durante l’anno scolastico, anche nei periodi di maggior svogliatezza.

Per i bambini le vacanze sono vissute come una chiusura totale alla scuola. Come se uno potesse permettersi di dimenticare come si accende il PC visto che è in ferie per una settimana.

Quindi, sono d’accordo con i compiti purché non esageratamente pesanti e soprattutto “intelligenti”. Mi spiego. Se mio figlio ha un libro-quaderno con lo spazio necessario per svolgere un’operazione perché costringerlo a usare un quaderno per riscrivere tutta la consegna?

Detto questo, ritengo che i vecchi abbiano una marcia in più rispetto a noi perché l’esperienza ha loro insegnato a vivere. Gabriele sembra ignaro dei litri, ettolitri e varie misure. Se gli leggo un problema sui liquidi mi risponde che ha fatto solo le misure dei km e metri. Però, l’altro giorno, andando a prendere l’acqua alla fonte con diverse bottiglie da un litro, un litro e mezzo e due litri, mio padre gli ha chiesto quanta acqua avevano portato in tutto… E lui ha risposto!

Quindi cerchiamo di rendere i compiti più interessanti avvicinandoli al mondo della realtà. Una pagina di scienze che spiega il mare può essere studiata ma anche “ripassata” facendo una bella passeggiata lungo la spiaggia e una nuotata con la maschera.

Quando fare i compiti?

  • Mai tutti in una volta ma distribuendo il carico durante le vacanze, escludendo possibilmente i weekend perché tutta la famiglia è a casa dal lavoro e quindi si possono fare delle gite insieme.
  • Meglio far passare le prime due settimane in completo riposo in modo da offrire un periodo di stacco completo.
  • Scegliere un momento della giornata in cui il bambino è particolarmente tranquillo, brillante, e anche tu sei tranquilla e non hai delle cose da fare come cucinare o altro. Se aspetti che il bimbo torni dal campus estivo accaldato, stanco per ricordargli di fare i compiti la sua voglia sarà sicuramente quasi nulla e farà molta fatica a concentrarsi. Meglio quindi farlo svegliare una mezzora prima del solito e dargli due paginette da fare.

Se i tuoi bimbi sono già un po’ cresciuti, assicurati che non abbiano nessuna distrazione come cellulari, Internet, social network. Il rischio è quello di sciupare tutto un pomeriggio in camera mentre basterebbe un’ora per svolgere il compito della giornata.

Inoltre, se i ragazzi vanno alle medie, dovrebbero essere lasciati da soli almeno per svolgere i compiti delle materie in cui vanno meglio. Il dovere di un genitore sarebbe quello di controllare solo che siano stati fatti i compiti e magari aiutare il ragazzo nelle materie in cui mostra più difficoltà ma a questa età si deve iniziare ad acquisire autonomia nello studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto