Come risparmiare 200 euro!

IMG_9283Ebbene sì! La festa è riuscita benissimo e i bimbi (sette totali) hanno apprezzato tantissimo, tant’è che qualcuno si è messo a piangere disperatamente al momento di doversene andare. Trovo che alla fine sia stata una bella occasione per far giocare i bimbi in un ambiente accogliente, diverso dalle solite ludoteche che alla fine sono fatte un po’ con lo stampino o a quei locali che organizzano 4 feste tutte una accanto all’altra, della serie: fuori uno, avanti un altro.

Qui i bimbi sono stati invitati con bigliettini colorati da mio figlio e quindi personalizzati al massimo. Al momento dell’arrivo c’era un simpatico saluto, con visita alla cameretta di mio figlio e lì si fermavano a giocare. Quando sono arrivati tutti, siamo passati al momento portante della festa dei piccoli cuochi. In cucina la tata li aspettava con sei sacchetti in cui c’era uno stampino di silicone che rappresentava un orsetto e un cucchiaio di legno mignon e ovviamente un cappello di carta fatto con le buste del pane. Abbiamo lavato le manine e poi infilato sei grembiuli che erano di mia madre, un po’ anni 50, con pettorina. Tutti intorno al tavolo con grande zuppiera e farina, burro, zucchero per la pasta frolla. Poi ognuno riempiva il suo stampino e metteva uno strato di Nutella sopra alla pasta. Il gioco era fatto! Intanto noi mamme abbiamo chiacchierato in soggiorno.

La mattina avevo addobbato la sala con palloncini, una tovaglia plasticata gialla sul tavolo, tolto le sedie e gli oggetti ingombranti, messo in bella mostra piattini, tovaglioli, torte e biscottini oltre alle solite patatine e pop corn.

IMG_9270Finito il lavoro in cucina, i bimbi hanno giocato un po’ in camera dove ho un mini canestro di basket attaccato dietro la porta. Quindi, quando sentivo gli schiamazzi aumentare, li ho di nuovo chiamati e uno a uno fatti salire su uno sgabello dove consegnavo a loro il diploma dei piccolo cuoco (stampato a colori, con tanto di nome e data). La cosa è piaciuta molto. Quindi, in sala, c’era un tavolino con sedie piccole e ognuno ha mangiato qualcosa. Dopo hanno potuto vedere il loro dolce sfornato e impachettato da portare a casa.

Il rito della torta con candelina da spegnere, foto, cori e apertura dei regali. Il tempo è volato, i bambini si sono divertiti e hanno passato due ore diverse.

Se avessi accettato la cuoca dell’agenzia per dieci bimbi avrei speso 350 euro! Io, al contrario, ne ho spesi 120 perché ho dovuto pagare la tata e gli ingredienti della festa. Vero è che i bimbi erano solo 7 (per un appartamento normale non credo neppure pochi) ma se solo avessi avuto una cucina più grande potevo ospitarne altri tre e la spesa sarebbe stata identica.

Volete altre idee per le feste di compleanno? Visitate www.mammeonline.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto