Frozen: le cose minime da sapere sul cartone animato del momento

frozenSe siete madri di bambine dai 12 mesi in su, circa, questo articolo non vi servirà a molto, ma se avete dei maschietti per casa, se siete della nonne o delle zie molto probabilmente questo articolo vi servirà a fare il punto della situazione e conoscere meglio la trama del cartone Frozen e i personaggi di questo film d’animazione cult fra tutte le bambine (e non solo).

Questo potrebbe servirvi, oltre che per cultura personale, per saper reggere una conversazione con una bambina (in ogni modo finirete a parlare di Elsa, Anna e delle magie di ghiaccio) e per orientarvi nelle centinaia di regali a tema che sono in commercio. Ultimo, ma non ultimo, vi segnalo che Frozen 2 si farà, quindi, non sarà tutta fatica persa nel giro di qualche settimana…

Ovviamente, nel corso dell’articolo ci saranno degli spoiler!

Trama del cartone Frozen

Elsa, la figlia maggiore dei regnanti di Arendelle, è dotata di strani poteri che le permettono di fare delle folate di neve e di formare il ghiaccio; la principessa usa spesso la sua magia per giocare con la sua sorellina Anna che, accidentalmente, una notte viene colpita alla testa dal ghiaccio di Elsa. Salvata dai troll, Anna, però, perde il ricordo della magia di Elsa la quale, intimorita dal suo potere, decide di allontanare Anna e di indossare dei guanti per nascondersi dagli altri.

Raggiunta la maggiore età, Elsa diviene regina (i genitori sono morti in una burrasca, alcuni anni prima): durante la festa per l’incoronazione, Anna le annuncia il suo imminente matrimonio con Hans, un giovane principe appena conosciuto. Elsa non è d’accordo e, per la rabbia, perde il controllo, rivelando a tutti i presenti i suoi poteri; impaurita, scappa sulla Montagna del Nord e Anna, aiutata dal montanaro Kristoff, insieme alla sua renna e al simpatico pupazzo di neve Olaf, va a cercarla per convincerla a tornare e per far uscire Arendelle dall’inverno perenne in cui è piombato.

Una volta raggiunta Elsa, Anna viene di nuova colpita con il ghiaccio (stavolta al cuore). Per salvare Anna servirà il vero amore che non sarà il bacio del suo Hans (che si rivelerà il cattivo della situazione, che mirava solo al trono), ma l’amore di sua sorella Elsa che, abbracciandola, la salverà. La storia si conclude per il meglio: l’inverno è finito ed Elsa torna a governare Arendelle.

Il successo del cartone Frozen

Oltre che per le magie di Elsa e i prodigi della grafica digitale, Frozen è un film che ha rivoluzionato la filmografia disneyana: non è l’amore fra un uomo e una donna quello che salva Anna, ma quello fra sorelle; inoltre, andando contro i suoi soliti precedenti, la Disney propone un cattivo – Hans – dall’aspetto e dai modi carini, un cattivo che non si svela a prima vista.

Insomma, non è tutto oro quello che luccica e l’amore vero può assumere diverse sfaccettature, oltre che quello fra uomo e donna: questo è quanto Frozen porta di innovativo, a cui dovete aggiungere la sagacia del pupazzo Olaf e i prodigi di Elsa  per capire il motivo per cui tutte le bambine adorano questo cartone animato!

Ecco il trailer in italiano di Frozen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto