Cartoncino, colla e fantasia

fotoIeri mio figlio Francesco era abbastanza nervoso. Il tempo? Tensioni accumulate alla scuola materna? Uscire fuori non era possibile perché il grande doveva prepararsi ad una verifica: nomi concreti, astratti, composti e alterati cercavo di mantenere la calma. Poi mi sono detta: OMMMM! Anno ZEN! Quindi respirando a fondo, ho preso un bastone e ho iniziato a ……
No! Ovvio che no! Da brava mamma zen ho pensato che sarebbe stato molto più opportuno convincere il piccolo ad impegnarsi in qualche facile lavoretto che lo facesse sentire “importante” quanto il fratello che stava facendo i compiti con me. Allora ho cercato un cartoncino colorato.

Non lo avevo. Niente paura! Ho preso un quaderno di Gabriele già terminato e ho strappato la copertina. Così, avendo un cartoncino ho detto a Francesco di colorarlo. Tutto interessato lo ha fatto. Abbiamo disegnato con il compasso due cerchi ma se non avete un compasso usate pure due bicchierini con diametri diversi. Ha ritagliato i contorni e quindi ho incollato i due cartoncini come vedete in figura.

Con altri pezzettini ho disegnato il becco e Francesco lo ha colorato. Così per la coda e l’ala. L’occhio è stato invece solamente disegnato e colorato. Abbiamo incollato ala, becco e coda e alla fine ho preso due mollette per i panni. Il gioco era fatto! Francesco era orgoglioso del suo capolavoro e si è tranquillizzato, Gabriele ha continuato a studiare e la mamma ha tirato un sospiro di sollievo! OMMMM!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto