Sulla neve con i bambini: una piccola guida

bambino_neve2C’è chi dice che quest’anno la neve arriverà anche in pianura e chi invece no: la magia dell’inverno è racchiusa principalmente in questi candidi fiocchi  che cadono dal cielo senza troppo clamore e vestono di bianco ogni città. Per non rimanere in balia del tempo e della neve che verrà o chissà, perché non portare i bambini sulla neve e organizzare una gita in montagna?

Un giorno (o più, se si ha la possibilità) che donerà felicità ai grandi e, soprattutto, ai piccini: in quest’articolo vediamo insieme i fondamentali per vivere in serenità le ore trascorse su un bel prato innevato.

Come vestire i bambini sulla neve

Per chi non ha dimestichezza con la settimana bianca, l’abbigliamento adeguato per andare con i bambini sulla neve è sempre un piccolo rebus. Fortunatamente, anche con i più piccoli non è così difficile come sembra; in fin dei conti, basta proprio poco:

tuta da neve: qui non ci piove. Per andare a sciare o slittare, ci vuole una bella tuta da neve che, in genere, è disponibile in due varianti:

  • intera: cioè un pezzo unico (stile tutina dei neonati in versione large) che copre il bambino dalle spalle ai piedi. Il vantaggio è che non si muove e, quindi, il bambino prende meno freddo in quanto non rischia di rimanere con la pancia scoperta, lo svantaggio è che ci vuole qualche minuto per toglierla: in caso di urgenti bisogni di natura, soprattutto con i più piccoli, c’è il rischio di non fare in tempo;
  • salopette e giaccone: in sostanza, un pantalone con le bretelle e sopra un giaccone. Il vantaggio, oltre alla maggiore facilità di andare in bagno, è che la bretella si può allungare e, con un po’ di fortuna, può essere usata per due stagioni; lo svantaggio è che è fisiologicamente più predisposta agli spifferi.

Se hai dato un’occhiata ai prezzi e ti sta scappando la voglia di andare in montagna, puoi prendere in considerazione due alternative: la prima, a costo zero, è quella di chiedere ad amici e parenti con bambini più grandi del tuo di prestarti la tuta per qualche giorno (nel 99% dei casi, l’avranno messa poche volte e le condizioni saranno più che buone); in alternativa, puntare sull’usato: anche il tuo bambino, del resto, metterà molto poco questo capo e, tutto sommato, non ne vale neanche la pena spendere un capitale;

  • biancheria termica: potrà sembrare da pignoli, ma in realtà utilizzando la normale biancheria in cotone il bambino sudato rimane bagnato per troppo tempo e le probabilità di una bel raffreddamento non sono certo basse;
  • guanti idrorepellenti: assolutamente indispensabili per evitare che la neve sciolta raffreddi le manine;
  • cappellino in pile, o lana nel caso di temperature più rigide e vento;
  • scarponi da neve;
  • occhiali da sole e crema solare.

Cosa fare sulla neve con i bambini?

Una volta arrivati in montagna, quali attività si possono fare con i bambini sulla neve? La prima risposta che viene in mente è ovviamente sciare, ma non solo. La neve propone tantissime attività che fanno divertire un mondo i bambini, come:

sciare: l’età giusta per iniziare è dopo i 5 anni, iscrivendo il bambino a piccolo corso; prima di quest’età è meglio evitare: il bambino non ha ancora sviluppato un buon senso dell’equilibrio e il rischio è di traumatizzarlo, facendogli odiare a vita gli sci. Il che sarebbe un vero peccato, visto che fra i benefici dello sci c’è lo sviluppo della fiducia in se’ stessi e nelle capacità.

Per cominciare, anche se sai già sciare evita di insegnare tu al bambino questo sport: potresti trasmettere, oltre alla tecnica, alcuni errori e le imprecisioni; assolutamente consigliato è scegliere un corso con un maestro che sappia fare il suo mestiere, cioè insegnare a sciare divertendosi; per l’attrezzatura è in genere più economico noleggiarla che acquistarla. Inoltre, ricorda che indossare il casco è obbligatorio fino ai 14 anni (mentre è caldamente consigliato agli adulti);

slittare: slittini moderni in plastica o classici in legno sono un eccellente divertimento a tutte le età;

scivolare sulla neve con le ciambelle in gomma;

giocare a palle di neve: c’è qualcosa da aggiungere?

costruire un bel pupazzo di neve;

cimentarsi con paletta e secchiello a costruire castelli di neve;

divertirsi al parco giochi con i bambini sulla neve, presente in moltissimi comprensori;

sledgedog, ovvero una passeggiata sulla slitta trainata dai cani da neve: bellissima esperienza, da fare indubbiamente con i propri bambini.

E per i più piccoli? Molte strutture propongono il nuovo asilo sulla neve, una forma di intrattenimento, con tante attività su misura per i bimbi, alla scoperta della neve.

Non bisogna dimenticare che, nei primi anni di vita, può bastare davvero poco per rendere indimenticabili i primi contatti con la neve, come una breve passeggiata sulla neve e il giocare, manipolare la stessa.

Oltre alla neve c’è di più

Messi ad asciugare tuta e scarponi, la vacanza non finisce. Nelle strutture family oriented ci saranno sicuramente tantissime attività organizzate, ma anche se hai scelto di trascorrere solo un giorno in montagna o, per pernottare, il clima intimo di una pensione rustica non mancheranno idee.

Ad esempio, si può fare quattro passi in paese (non dimenticarti comunque un abbigliamento consono, molto caldo e con gli scarponi ai piedi), se il bambino è ancora nel passeggino, ricorda di coprirlo adeguatamente, con copertina ed eventualmente cappottina di plastica contro il freddo.

Dopo la passeggiata, come resistere alla tentazione di scaldarsi con una bella cioccolata fumante nella pasticceria più golosa del paese?

Una volta saziata la gola, un giretto per i bellissimi mercatini di Natale e, se la località lo prevede, una bella rappresentazione natalizia a teatro o il film del momento al cinema saranno delle belle idee per concludere la giornata.

Come hai visto, trascorrere qualche ora (o giornata) in montagna è davvero una bellissima esperienza, da non sottovalutare, bollandola come qualcosa di riservato a chi ama sciare. Per le prossime feste, concediti qualche giorno sulla neve con il tuo bambino e, oltre a rilassarti, vivrete insieme un’emozione splendida, che conserverete tutti quanti per se’ per il resto della vita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto