Arriva il solleone, proteggiamo i bambini!

soleL’estate è considerata la stagione più bella dell’anno: l’umore migliora, ci sentiamo più ottimisti. Attenzione però alla prima tintarella perché è molto importante proteggersi dai raggi dannosi per la pelle e soprattutto la pelle dei bambini che è ancora più sensibile.

Raggi UVB e UVA

L’Organizzazione mondiale della sanità fornisce l’indice UV per prevenire i rischi di una non corretta esposizione al sole. L’indice UV è una previsione aggiornata dell’intensità delle radiazioni ultraviolette (UVA e UVB). I valori con cui è espresso vanno da 0 a 12: più è alto il valore e maggiore è il rischio.

Attente ai “radicali liberi”

I raggi UV, penetrando nella pelle, possono alla lunga alterare la struttura cellulare. Con l’esposizione al sole, poi, la pelle aumenta la produzione di “radicali liberi”, scorie dei processi ossidativi.

Ossa più solide

I raggi solari, però, hanno anche indubbi benefici. Stimolano la produzione di vitamina D e rafforzano le ossa; favoriscono il funzionamento del sistema endocrino e hanno effetti positivi sull’umore. Contribuiscono anche a curare affezioni della pelle come l’acne e la vitiligine.

Evitare imprudenze

Il sole quindi fa bene ma nella modalità e negli orari giusti. La radiazione ultravioletta è più aggressiva quando il sole si trova nel punto più alto del cielo, vale a dire nella metà della giornata, dalle 11 alle 14. Usare un filtro solare di tipo 30 non significa poter rimanere esposti al sole per tutta la giornata.

Andiamo per gradi

Per una corretta protezione solare bisogna tener conto del tipo di pelle ossia di carnagione che si ha. Un fototipo chiaro (carnagione e occhi chiari), soprattutto durante i primi giorni di esposizione, dovrà usare una protezione alta: dal grado 40 in su. Chi invece ha una carnagione più scura possono usare una gradazione più bassa, grado 15 o 20.

Dermatiti

Anche quello che si mangia gioca un ruolo molto importante. Mangiare male, per esempio cibi fritti, aumenta i processi ossidativi della pelle con il rischio di reazioni anomale e la comparsa di dermatiti.

Importanza degli occhiali

Insieme alla pelle vanno protetti dal sole anche gli occhi con speciali occhiali. Secondo alcuni studi, le lenti che garantirebbero maggiore protezione sono quelle che vanno dal marrone all’ambrato. fate indossare gli occhiali anche ai bambini, proteggendoli così dall’azione dei raggi ultravioletti. Sarebbe bene abituarli già dai sei mesi, fornendo loro occhiali con montatura leggera, in plastica colorata, con lenti in grado di schermare le radiazioni solari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto