Adolescenti distanti? Creiamo occasioni di incontro

coppia-adolescentiAppena entrano nell’adolescenza, i ragazzi sembrano cambiare e diventano spesso degli estranei per i loro stessi genitori; anche chi ha sempre avuto con i propri figli un ottimo rapporto potrebbe trovarsi in difficoltà e soffrire questo distacco, nonostante sia un processo perfettamente normale, ma vediamo come avvicinarci ad adolescenti distanti.

Chiariamo innanzitutto le circostanze: anche se ci sentiamo giovanissimi dentro e portiamo gli anni egregiamente, il solo fatto di avere un figlio ormai adolescente può significare solo una cosa, ovvero che non siamo più dei ragazzini. Questo punto deve essere ben chiaro, perché l’errore più grande che possiamo commettere è proprio quello di atteggiarci a suoi pari; appariremmo ridicoli e imbarazzanti ai suoi occhi. Non è piacevole saperlo, ma basta tornare con la mente alla nostra adolescenza per capire che, ahinoi, le cose stanno proprio così. Cosa fare allora? Creare occasioni di incontro e condivisione assecondando gli interessi del ragazzo (o della ragazza) e affrontandoli come adulti, seppur aperti alle novità. Tranquilli, non è difficile, basta seguire questi consigli.

Ecco qualche consiglio per avvicinarci agli adolescenti distanti

Lasciamo che ci insegni qualcosa

Gli adolescenti sono spesso convinti di aver scoperto la chiave di lettura del mondo; quello che a loro piace, il modo in cui vedono le cose, tutto ciò che li riguarda è la verità assoluta, meglio ancora se li allontana dal mondo dei loro genitori. Stanno cercando di formarsi un’identità ed è giusto che sperimentino cose nuove. Per quanto possa essere dura per noi, proviamo a guardare a questa situazione come ad una grande opportunità di ampliare i nostri orizzonti e chiediamo all’adolescente di casa di farci da guida; una sorta di inversione dei ruoli, con la quale, tra l’altro, riconosciamo dignità alle scelte del nostro ragazzo e ci rendiamo disponibili. In cosa è bravo? Come molti coetanei è patito di tecnologia? Chiediamogli aiuto per scegliere un regalo tecnologico per qualcuno o chiediamo di spiegarci come funziona quello strano aggeggio che ha installato in salotto; che sia uno stereo, una smart tv od un pc non importa e non rileva nemmeno il fatto che ci è bastato dare un’occhiata per imparare ad usarlo; permettiamogli di aiutarci e sentirsi utile.

Che la sfida abbia inizio

Un altro modo per avvicinare gli adolescenti distanti e passare del tempo con loro è coinvolgerli in una sfida allettante ad armi pari. Che si tratti di sport, di videogames non importa; quello che conta è che si tratti di una competizione amichevole, nella quale loro hanno concrete possibilità di batterci onestamente. Non deve trattarsi per forza di un gioco; ad esempio, perché non sfidarli a chi si rimette in forma più in fretta? Affrontare il percorso insieme, confrontare i progressi e darsi piccoli suggerimenti sarà un modo semplice e naturale per stabilire un legame.

Pizza o panino, purché insieme

Un buon pasto in compagnia allenta le tensioni in tante occasioni diverse; funziona nei rapporti di coppia, con gli amici, sul lavoro ed è perfetto anche con gli adolescenti. Niente di elaborato, deve essere tutto molto spontaneo e rilassante; ad esempio, durante un giro per commissioni o dopo la scuola, basta un attimo per girare il volante dell’auto e, invece di dirigersi verso casa, approdare in un fast food per uno spuntino fuori dalle regole e mostrare che anche gli adulti, ogni tanto, si lasciano andare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto